Categorie comuni di dolore alla spalla

Il dolore alla spalla, una delle condizioni ortopediche più comuni, è causato da un danno a uno o più componenti della spalla: le ossa, i muscoli, i tendini e i legamenti che compongono l’articolazione. Questo danno può essere causato da malattie, uso eccessivo cronico o lesioni acute, quindi il dolore alla spalla può comparire immediatamente o progredire gradualmente nel tempo. In generale, le condizioni della spalla rientrano in una delle seguenti quattro categorie: 1) infiammazione, che provoca il rigonfiamento e l’irritazione dei tessuti molli; 2) instabilità, in cui le strutture fisiche della spalla sono indebolite e diminuiscono la sicurezza dell’articolazione; 3) artrite, che è la perdita di cartilagine causata dall’infiammazione dell’articolazione; e 4) fratture e lussazioni, causate da traumi diretti con forza sufficiente a rompere o dislocare le ossa.

infiammazione

Borsite: la borsite della spalla è causata dall’infiammazione della borsa, una piccola sacca piena di liquido nella spalla che riduce l’attrito tra i vari componenti dell’articolazione. Se sottoposta a stress ripetuto, la borsa può riempirsi di liquido, causando dolore e rigidità.

Capsulite: la capsulite adesiva, colloquialmente nota come spalla congelata, è una condizione dolorosa in cui la capsula sottile e flessibile che circonda la spalla sviluppa aderenze e diventa rigida e spessa. Questo irrigidimento della capsula rende sempre più difficile muovere la spalla e può portare a una significativa perdita del raggio di movimento della spalla.

Tendinite: la tendinite si verifica quando i tendini e i muscoli che compongono la spalla sono feriti, di solito a causa di un uso eccessivo cronico. Questa condizione di solito si sviluppa gradualmente nel tempo ed è molto comune nelle persone che eseguono molti movimenti ripetitivi, come nuotatori, lanciatori e giocatori di tennis. Può anche essere causato dal tenere il braccio nella stessa posizione per un lungo periodo di tempo.

Instabilità della spalla

Sindrome da conflitto: il conflitto della spalla si verifica quando il tendine della cuffia dei rotatori e la borsa sono schiacciati tra l’acromion e le ossa dell’omero nello spazio subacromiale. Nel tempo, questa pressione sui tessuti molli della spalla può portare a una micro-lacrima della cuffia dei rotatori e alla degenerazione del tendine. Se non trattata, può portare progressivamente a una rottura completa della cuffia dei rotatori.

Lacrima labrale: il labbro è un anello di tessuto fibroso compatto che circonda l’incavo della spalla (glenoide) e stabilizza l’articolazione. Il labbro può essere lacerato da stress ripetitivi o traumi acuti e le lacerazioni del labbro sono caratterizzate da dolore, perdita di forza e mobilità e una sensazione di clic, schiocco o macinazione con il movimento del braccio.

Strappo del tendine: i tendini sono tessuto connettivo cartilagineo che unisce il muscolo all’osso. Ci sono più tendini che compongono la spalla, tra cui la cuffia dei rotatori e il muscolo bicipite. Questi tendini possono strapparsi nel tempo a causa dello stress causato da movimenti ripetitivi o improvvisamente da una lesione acuta.

artrite

Osteoartrite: chiamata anche malattia degenerativa delle articolazioni, l’osteoartrite è la forma più comune di artrite; è causato dalla normale usura dell’articolazione nel tempo. Man mano che la cartilagine si consuma, le ossa della spalla possono iniziare a sfregare l’una contro l’altra, causando dolore, gonfiore e ridotta mobilità.

Artrite ad esordio traumatico: mentre la maggior parte dell’artrite è causata dall’usura nel tempo, l’artrite ad esordio traumatico si verifica a seguito di lesioni traumatiche come lussazioni e fratture. Gli studi hanno dimostrato che danneggiare un’articolazione, sia rompendo un osso che lussandolo, aumenta di sette volte il rischio di artrite in quell’articolazione.

Artrite reumatoide: l’artrite reumatoide è in realtà un disturbo del sistema immunitario che induce il corpo ad attaccare la cartilagine che riveste le articolazioni. Simile all’artrosi, questa condizione provoca dolore, gonfiore e rigidità della spalla.

Fratture e lussazioni

Articolazione AC: L’articolazione acromioclavicolare (AC) è il punto sulla spalla in cui la clavicola (clavicola) e l’acromion, una piccola prominenza ossea sulla scapola, sono collegati da legamenti. Una separazione dell’articolazione AC si verifica quando questi legamenti si sforzano o si separano, di solito a causa di un duro colpo alla spalla, causando il disallineamento dell’acromion e della clavicola.

Gleno-omerale: l’articolazione gleno-omerale è il punto in cui l’omero (l’osso del braccio) si unisce al glenoide (la parte della scapola che forma l’incavo della spalla). Le fratture della glenoide sono molto rare, ma si verificano. Queste fratture si trovano solitamente con traumi significativi o in sport ad alto impatto. Queste fratture possono verificarsi al labbro della “cavità” o alla base della ciotola “cavità”, nota come fossa, sebbene questo tipo di frattura sia la forma più rara. La lesione più comune all’articolazione gleno-omerale è la lussazione, che causa il disallineamento dell’omero e della glenoide.

Clavicola: La clavicola (clavicola) è l’osso lungo e sottile che va dalla base del collo alla spalla. Le fratture della clavicola sono molto dolorose e sono spesso il risultato di un trauma diretto. Cadute, incidenti automobilistici e sport di contatto come il calcio o l’hockey sono colpevoli comuni.

Omero – Le fratture prossimali dell’omero sono rotture nella parte dell’omero (osso del braccio) più vicina all’articolazione della spalla o appena sotto la testa dell’omero. Queste sono fratture molto comuni e possono verificarsi a qualsiasi età, ma diventano più comuni man mano che i pazienti invecchiano e sviluppano l’osteoporosi.

Leave a Comment