Cosa fare se hai il COVID-19 prima delle vacanze

TLo scenario temuto si è verificato: sei risultato positivo al COVID-19 nel momento peggiore possibile, con viaggi di vacanza, feste o riunioni di famiglia a pochi giorni di distanza. Questo significa che i tuoi piani sono falliti?

Anche quasi tre anni dopo la pandemia, la risposta è sorprendentemente complicata.

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) affermano che la maggior parte delle persone con COVID-19 lieve può uscire dall’isolamento cinque giorni interi dopo il test positivo o l’insorgenza dei sintomi, a condizione che siano state senza febbre per 24 ore e i loro altri sintomi stanno migliorando. Il CDC considera il giorno in cui sei risultato positivo o hai sviluppato sintomi come il giorno zero; il tuo periodo di isolamento di cinque giorni inizia il giorno successivo.

Detto questo, c’è una differenza tra terminare l’isolamento io vola per partecipare a un grande raduno festivo. Fino al 10, il CDC raccomanda di stare lontano dalle persone ad alto rischio di COVID-19 grave, come gli anziani o gli immunocompromessi. Se stai con altre persone, l’agenzia dice di indossare una maschera di alta qualità, come una N95 o KN95. Puoi abbandonare la maschera prima del giorno 10 se risulti negativo su due test antigenici separati presi a distanza di 48 ore, secondo il CDC.

Questa coppia di risultati negativi non è garantita, anche dopo cinque giorni di isolamento. In un recente Apri la rete JAMA studio, l’80% delle persone con COVID-19 sintomatico durante la prima ondata di Omicron è risultato positivo ai test rapidi per più di cinque giorni.

In conclusione: potresti ancora risultare positivo e potenzialmente rimanere contagioso, dopo un isolamento iniziale di cinque giorni. Cosa significa questo per i tuoi programmi di vacanza? Abbiamo chiesto a due esperti: il Dr. Peter Chin-Hong, professore di medicina presso l’Università della California, San Francisco, e la dottoressa Tara Bouton, assistente professore presso la Boston University School of Medicine che ha studiato periodi di isolamento per COVID-19, per valutare diversi scenari.

Se i tuoi piani cadono entro cinque giorni dal test

Resta a casa, annulla tutti i viaggi e connettiti virtualmente con i tuoi cari. Questo consiglio può essere difficile da ascoltare, specialmente durante le vacanze, ma “è universalmente concordato”, afferma Chin-Hong.

Se sono trascorsi più di cinque giorni e sei ancora positivo al test

Se i tuoi sintomi non sono migliorati dopo cinque giorni, il CDC dice che dovresti rimanere in isolamento.

Se ti senti bene ma sei ancora positivo oltre i cinque giorni, c’è la possibilità che tu sia ancora contagioso. “La chiara linea guida è che non dovresti smascherarti davanti agli altri”, afferma Bouton. Se hai deciso di partecipare a un raduno festivo, la mossa più sicura è indossare una maschera di alta qualità per tutto il tempo.

Questo è particolarmente importante se devi viaggiare in aereo, autobus o treno per raggiungere la festa. Se sei risultato positivo 10 giorni o meno fa e non hai ricevuto la tua coppia di risultati negativi, il CDC dice di non utilizzare i mezzi pubblici a meno che tu non possa rimanere mascherato per tutto il tempo. Quando decidi se viaggiare, Bouton consiglia di pensare non solo ai tuoi piani, ma a tutti gli altri che viaggeranno con te. “Vorresti che tua nonna si sedesse accanto a te? [a person testing positive] su un aereo?” chiede Bouton.

Se sono trascorsi più di cinque giorni e sei negativo al test

Sotto la guida del CDC, hai bisogno di un paio di risultati negativi del test dell’antigene, ricevuti a 48 ore di distanza, per smascherare gli altri prima del 10. Ma va bene smascherare prima se fai un test negativo una volta?

“Dipende dalla compagnia che hai”, dice Chin-Hong. Se hai intenzione di trascorrere le vacanze con persone ad alto rischio di malattie gravi, probabilmente è intelligente aspettare un secondo test negativo o tenere la mascherina fino al 10.

Ma “se esci con gli amici del college e sei negativo il settimo giorno, mi piacerebbe essere normale con loro, senza indossare una maschera”, dice Chin-Hong. (È comunque una buona idea informare in anticipo tutti coloro che intendi vedere e valutare la loro tolleranza al rischio prima di rimuovere la maschera.)

Se stai risultando negativo ma hai sintomi persistenti, è saggio essere più cauti con le persone vulnerabili, aggiunge Chin-Hong. “Se hai solo una tosse persistente, probabilmente non è abbastanza per impedirti di vedere la nonna”, dice. “Indosserei una maschera quando sono in giro, ma non impazzirei.”

Se hai sperimentato un rimbalzo di Paxlovid

L’antivirale Paxlovid può ridurre drasticamente le possibilità di morte o di essere ricoverati in ospedale per le persone ad alto rischio se contraggono il COVID-19. Ma alcune persone che assumono la droga sperimentano quello che è noto come “rimbalzo di Paxlovid”: risultano negative al test e poi risultano nuovamente positive subito dopo. È possibile essere contagiosi durante la fase di rimbalzo, dice Bouton, quindi se ti capita, dovresti “pensare di prolungare il tuo periodo di isolamento”.

Se sono trascorsi più di 10 giorni e sei ancora positivo al test

È piuttosto raro che qualcuno che non è immunocompromesso risulti positivo a casa per più di 10 giorni, ma succede. (Questo scenario è più comune con i test PCR, che possono rilevare anche piccoli frammenti del virus.)

“Di solito dico alla gente: ‘Non preoccuparti nemmeno dei test dopo il 10′”, dice Chin-Hong. A meno che tu non sia immunocompromesso, probabilmente non sei contagioso a quel punto, anche se risulti positivo. , Bouton è d’accordo.

Altre letture da TIME


Scrivere a Jamie Ducharme all’indirizzo jamie.ducharme@time.com.

Leave a Comment