Trovare cura e compassione presso MD Anderson attraverso molteplici diagnosi di cancro

Ho sempre pensato che mio marito sarebbe stato l’ultimo a ricevere una diagnosi di cancro.

Bill era sempre stato molto atletico e proattivo con la sua salute. Poi, nel 2008, all’età di 57 anni, ha trovato un nodulo sotto il braccio sinistro mentre faceva la doccia. Come infermiera, sapevo che questo nodulo duro e inamovibile era più di una semplice ciste. Una biopsia ha rivelato che Bill aveva un melanoma metastatico, con il sito originale sconosciuto.

Abbiamo subito scelto MD Anderson per il trattamento perché era il numero 1 nella nazione per la cura del cancro. Abbiamo subito scoperto in prima persona che il livello di assistenza che MD Anderson fornito era il gold standard.

Trova la compassione fin dall’inizio

Non abbiamo mai saputo se la persona che ci assisteva nella nostra ansiosa ricerca dell’ospedale fosse un chirurgo, un’infermiera o una governante. Sapevamo che non importava. Erano tutti una squadra dedicata e leale al nostro fianco.

Non dimenticherò mai il nostro primo appuntamento al Melanoma and Skin Center con il Dott. Nicola Papadopoulos. Dr. Papadopoulos, o “Dr. Papà”, come si è lasciato chiamare, è entrato nella nostra stanza e sapeva tutto di noi. Non abbiamo mai avuto fretta di fare domande. Con voce sommessa, ha raccontato casi simili che hanno avuto esiti positivi. La nostra paura si è rapidamente trasformata in speranza.

Dott. Papadopoulos ha riunito un team di assistenza per determinare il piano di trattamento di Bill. Siamo stati sollevati nell’apprendere che un team di esperti aveva discusso il suo caso. Il piano di trattamento di Bill includeva chirurgia, radioterapia e un protocollo di immunoterapia della durata di un anno in uno studio clinico.

Dato che vivevamo a tre ore da Houston, il nostro team di assistenza ci ha aiutato a organizzare alcuni dei trattamenti di Bill a livello locale in modo che nessuno di noi due dovesse perdere troppo lavoro. Sono questi piccoli dettagli che contraddistinguono MD Anderson.

Il giorno dell’intervento di Bill, mi sono seduto nella sala d’attesa con pazienti e famiglie di tutto il mondo. Ho capito che eravamo lì per lo stesso motivo. I nostri occhi hanno stabilito connessioni con i nostri cuori e sembrava una benedizione. Mi ha dato una spinta vitale tanto necessaria.

Una diagnosi di cancro della pelle, poi leucemia e un trapianto di cellule staminali

Nel 2013, a Bill è stato diagnosticato un carcinoma a cellule squamose della pelle del braccio sinistro. Il dottor Valencia Thomas ha eseguito l’intervento di Mohs per rimuovere il cancro. Bill ha anche ricevuto un altro ciclo di radioterapia. Quindi, durante un appuntamento di follow-up nel 2015, il team di assistenza di Bill ha notato anomalie nelle sue analisi del sangue. Il suo midollo osseo non produceva abbastanza globuli sani.

Siamo stati indirizzati al MD Anderson Leukemia Center, dove a Bill è stata diagnosticata la leucemia mielomonocitica cronica (LMC) e la sindrome mielodisplastica.

Sotto la cura del dottor Amin Alousi, Bill ha ricevuto una chemioterapia ad alte dosi per prepararsi a un trapianto di cellule staminali. Poiché non è stato possibile trovare una corrispondenza completa, il team di assistenza di Bill ha deciso di eseguire un trapianto di cellule staminali di metà corrispondenza utilizzando le cellule staminali del figlio di Bill.

Nel giro di un anno, Bill tornò alla normalità. Ma nel 2016 ha avuto un’altra recidiva di carcinoma a cellule squamose. Questa volta ha ricevuto un ciclo di radioterapia sul lato destro del viso e del collo sotto la cura del radioterapista Dr. Davide Fuller.

La diagnosi del cancro alla prostata porta alla terapia protonica

All’appuntamento di follow-up post-trapianto di Bill nel 2017, il dottor Alousi ha ordinato un test di routine dell’antigene prostatico specifico (PSA) per lo screening del cancro alla prostata. Quando i livelli di PSA di Bill tornarono al di sopra del normale, fummo indirizzati dall’urologo Dr. William Graber. Ha diagnosticato a Bill un cancro alla prostata in fase iniziale e lo ha messo sotto sorveglianza attiva a causa del suo precedente trattamento contro il cancro.

Ciò è cambiato nell’ottobre 2021, quando abbiamo appreso che il cancro era progredito. Bill avrebbe bisogno di un intervento chirurgico o di radioterapia. Poiché Bill aveva una storia di ictus, non era sicuro per lui interrompere gli anticoagulanti per un intervento chirurgico, quindi la terapia protonica era l’opzione più sicura.

Bill ha completato 39 trattamenti di terapia protonica in combinazione con la terapia ormonale sotto la cura della dottoressa Karen Hoffman. A parte la stanchezza e una certa frequenza urinaria, non ci sono stati effetti collaterali.

Abbiamo visto un cartello nel Proton Therapy Center sul gruppo di supporto per i pazienti ProtonPals. Ci siamo uniti per entrare in contatto con altri pazienti per cena una volta alla settimana. Questa esperienza ci ha aiutato ad essere positivi. Incontrare altri con la stessa diagnosi, trattamenti e paure ci ha rassicurato sul fatto che non eravamo soli.

La cura e la comunicazione di MD Anderson ci hanno aiutato a superare il cancro

La dottoressa Hoffman era molto gentile e la sua assistente medica Sarah Todd era il meglio del meglio. Potremmo sentire il suo cuore premuroso attraverso le sue autentiche preoccupazioni. Ogni volta che Bill aveva un problema, Sarah gli prescriveva qualcosa per aiutarlo.

Ogni volta che eravamo al centro di terapia protonica, abbiamo notato che l’intera sala d’attesa si illuminava quando iniziava il turno dell’infermiera Dexter Allen. Accoglie ogni paziente con tanto entusiasmo.

MD Anderson l’ufficio commerciale è un vero sostenitore e una voce per i suoi pazienti. Sapere che gli esperti assicurativi di MD Anderson stanno parlando con la tua compagnia di assicurazioni per tuo conto toglie molto stress.

La nostra prima esperienza a MD Anderson Il 2008 ha gettato le fondamenta della fiducia necessaria per superare le altre tempeste di cancro che ci sono capitate. Bill non sarebbe vivo senza le cure, la comunicazione e le scelte proattive del team medico MD Anderson ha fatto, e siamo molto grati per tutti loro.

Richiedi un appuntamento al n MD Anderson online o chiamando il numero 1-877-632-6789.

Leave a Comment